Medaglie al Valor Militare

Con decreto del Presidente della  Repubblica  del  29  ottobre 2014,  registrato  al  Ministero  dell’economia  e  delle  finanze  – Dipartimento della Ragioneria centrale generale dello Stato  -Ufficio centrale del Bilancio presso il Ministero della difesa con  il  visto n. 11055 (ex art. 5, comma 2, decreto  legislativo  n.  123/2011)  in data 30  dicembre  2014,  è stata concessa al  Caporal  Maggiore  Capo  (già  Caporal Maggiore Scelto) Andrea Adorno la medaglia d’oro al valor militare «motu proprio» con la seguente  motivazione: «Caporal Maggiore Scelto, alpino paracadutista, nel  corso  dell’Operazione “Maashin  IV”,  mirata  a  disarticolare  l’insurrezione  afghana, conquistato l’obbiettivo, veniva  investito con la sua unità da intenso fuoco ostile, con non comune coraggio e assoluto sprezzo del pericolo, raggiungeva d’iniziativa un appiglio tattico dal quale reagiva con la propria arma all’azione dell’avversario.  Avvedutosi che il nemico si apprestava ad investire con il fuoco i militari di un’altra squadra del suo plotone, non esitava a frapporsi tra essi e la minaccia interdicendone l’azione. Seriamente ferito ad una gamba, manteneva  stoicamente  la  posizione garantendone la sicurezza necessaria per la riorganizzazione della sua unità. Fulgido  esempio di elette virtù militari». – Bala Morghab (Afghanistan), 16 luglio 2010.

Con decreto presidenziale  n.  2051  in  data  24  gennaio  2015, registrato al Ministero dell’economia e delle finanze –  Dipartimento della Ragioneria Centrale Generale dello Stato – Ufficio Centrale del Bilancio presso il Ministero della difesa con il visto n. 1109 (ex articolo 5, comma 2, d.lgs. n. 123/2011) in data 9 febbraio 2014, è stata concessa al Maresciallo Capo CC Domenico Trombetta, nato a Udine il  23  luglio  1974  , la medaglia d’argento al valor militare con la seguente motivazione: «Con ferma determinazione, esemplare iniziativa ed eccezionale coraggio,  presente  in  abiti  civili  per indagini di polizia giudiziaria all’interno di una  gioielleria,  non esitava, unitamente a un commilitone, ad  affrontare  tre  malviventi  armati di pistola, entrati per perpetrare una rapina. Dopo aver messo al riparo la commessa dell’esercizio, veniva fatto segno a proditoria azione di fuoco, cui replicava efficacemente con l’arma in dotazione, prima di accasciarsi al suolo gravemente ferito. Il pronto intervento di altri militari consentiva l’immediato arresto dei  due  rapinatori rimasti feriti, mentre altri otto correi venivano catturati nel corso delle successive e  tempestive  investigazioni.  Fulgido  esempio  di elette virtù militari e altissimo senso del dovere». Maddaloni (CE), 27 aprile 2013.

Con decreto del Presidente della Repubblica n. 2052 in data 23 aprile 2015, registrato al Ministero dell’Economia e delle  Finanze – Dipartimento della Ragioneria Centrale Generale dello Stato – Ufficio Centrale del Bilancio presso il Ministero della Difesa con  il  visto n. 4184 (ex articolo 5, comma 2, D.lgs n. 123/2011) in data 6  maggio 2015, è stata concessa all’Esercito Italiano, la medaglia d’oro al valor militare con la seguente motivazione: “Nel corso di oltre dieci anni di continuativa presenza in Afghanistan, assolveva i gravosi compiti richiesti dal Paese e dalle Nazioni Unite, compiendo innumerevoli atti di valore e di coraggio e opponendosi, con eccezionale ardimento e altissima  abnegazione, a violente azioni ostili e subdole minacce. Affrontando scientemente numerosissime operazioni militari riusciva, con grave e manifesto rischio della vita dei suoi Soldati, a contribuire in maniera decisiva al  processo di stabilizzazione e, con esso, alla stessa sicurezza internazionale. Le eroiche gesta compiute, con indomito  sprezzo del pericolo e impareggiabile spirito di sacrificio dai militari  dell’Esercito, suggellate dall’elevatissimo tributo di caduti e  feriti  sul  campo, riscuotevano unanimi sentimenti di ammirazione e gratitudine da parte della popolazione locale, suscitando l’incondizionata riconoscenza dell’intera Comunità Internazionale“. Afghanistan, 2001 – 2014.