Il diritto militare

Il diritto militare è, dai più, conosciuto esclusivamente per il diritto penale militare, che tuttavia non esaurisce l’intero campo dello specifico diritto. Contermine al diritto penale militare è il diritto disciplinare militare, che attiene alla sfera interna del mondo militare -regolando i rapporti tra i militari e i loro diritti e doveri- ed è sussumibile nel diritto amministrativo, così come il diritto Umanitario che attiene il diritto internazionale e riguarda la jus ad bellum e lo jus in bello.  Lo studio del diritto militare, sotto il profilo del diritto disciplinare e del diritto Umanitario ha trovato negli ultimi anni un largo interesse sfociato in pubblicazioni e studi che hanno integrato la letteratura giuridico-militare fino a pochi anni or sono appannaggio quasi esclusivo del diritto penale militare.

La vitalità degli studi nello specifico  settore ha anticipato il riordino di tutta la normativa inerente i militari in un Codice dell’Ordinamento Militare (D.lgv. 15.3.2010, n. 66) ed in un Testo Unico delle disposizioni regolamentari in materia di ordinamento militare (DPR 15.3.2010, n. 90). Tali strumenti, da una parte hanno semplificato la ricerca delle regole inerenti la normativa di settore, dall’altra offrono lo spunto per ulteriori studi scaturenti anche dalla promozione di talune norme disciplinari fino ad allora secondarie, perché regolamentari, a norme primarie inserite non più nel regolamento ma nel Codice. Si pensi, ad esempio, alle norme inerenti l’amministrazione della disciplina militare sia di stato che di corpo e si consideri come le procedure della disciplina militare di stato erano fissate da una circolare provvisoria rimasta in vigore praticamente fino all’approvazione del Codice dell’Ordinamento Militare.